Sysdev raccoglie 500mila euro

Ci ha messo poco Sysdev ad uscire dal classico guscio della startup con tante idee nel cassetto e un futuro, in termini di crescita economica, tutto da decifrare. Nata nel 2015 e mossi i primi passi all’interno dell’incubatore I3P del Politecnico di Torino, una settimana fa ha ricevuto un investimento di 500mila euro da parte di A.DI.Co.M Group, società torinese che opera da più di 20 anni nel settore informatico. Marco Cantamessa, presidente dell’Incubatore I3P, ha giustamente rimarcato il deal come «un esempio tangibile e concreto della collaborazione tra startup e imprese». Una collaborazione che, nel caso specifico, potrà portare in tempi rapidi, secondo Cantamessa, «a sviluppi importanti per ambedue le imprese».
Il campo d’azione di Sysdev è quello delle soluzioni dell’Internet of Things applicate all’automazione industriale ed in particolare per il monitoraggio strutturale e ambientale di edifici e infrastrutture come ponti e gallerie e per la gestione di grandi edifici e smart city. La tecnologia dei suoi sensori percepisce ogni movimento e vibrazione delle strutture a cui sono applicati e, grazie a trasmettitori a lunga portata, segnala in tempo reale eventuali anomalie o criticità. Il fine ultimo è quello di migliorare il controllo capillare del territorio e la sua resilienza a fronte di eventi catastrofici.
La startup, nei suoi pochi mesi di vita, si è mossa subito nella direzione di stringere partnership industriali di elevato profilo con importanti attori del settore IoT, come le americane Integrated Device Technology, Lora Alliance e Ptc (per la creazione e l’esecuzione di applicazioni IoT appoggiate alla piattaforma Thingworks) e come Telit, con la quale lavora sul fronte dei sistemi di trasmissione wireless dei dati. I sodalizi già avviati con imprese italiane riguardano invece Liquigas, per lo sviluppo di sistemi di sicurezza interconnessi operanti in ambienti critici, e lo Studio Aitec, con cui la startup sperimenterà modalità innovative per il monitoraggio e la manutenzione predittiva strutturale e ambientale. L’ingresso nel capitale di A.DI.CO.M Group, queste le prospettive delineate dal management, è finalizzato ad ampliare ulteriormente il raggio d’azione della società nel settore dell’IoT con vista sull’Europa. (leggi l’articolo)