La virtualizzazione differisce dal tradizionale server / un ambiente applicativo in quanto il software viene eseguito all'interno di un ambiente virtuale. Questi ambienti virtuali vengono creati quando i sistemi operativi e le applicazioni vengono emulati e non vengono eseguiti direttamente sull'hardware fisico.

 

In un ambiente virtualizzato, è possibile ridurre la quantità di server richiesti: la virtualizzazione consente di condividere le risorse fisiche di più macchine attraverso l'intera infrastruttura. Le applicazioni possono quindi accedere alle risorse condivise come e quando richiesto, ottenendo un sistema più efficiente e costi inferiori. Se si sta considerando una nuova installazione del server , è necessario esplorare anche le soluzioni di virtualizzazione e cloud.

Un esempio di un tipico ambiente virtualizzato potrebbe vedere tre host fisici connessi a un dispositivo di archiviazione condiviso. Questi host forniscono l'elaborazione e la capacità di memoria mentre tutti i dati relativi ai server virtuali sono archiviati nella Storage Area Network.

L'infrastruttura virtuale offre una flessibilità molto maggiore e una disponibilità estremamente elevata da un modello hardware più semplice con meno errori. Questo può essere esteso ulteriormente per includere le workstation adottando un'infrastruttura desktop virtuale .

Un vantaggio chiave è che l'intera infrastruttura di rete diventa portatile: questo rende il disaster recovery molto più rapido ed efficace.

VIRTUALIZZAZIONE: VANTAGGI CHIAVE

ALTA DISPONIBILITÀ

Le macchine virtuali possono essere spostate su un host alternativo in pochi minuti. Un intero server virtuale può essere ripristinato con la facilità con cui si useranno le copie shadow per ripristinare una versione precedente del file. Ciò garantisce che non si verifichino ulteriori problemi di tempi di inattività causati da problemi come i gravi errori di Windows della schermata blu.

FLESSIBILITÀ

È possibile eseguire tutti i server virtuali come consentito dalla capacità dell'host e della SAN. Se è necessario espandere la capacità, aggiungere semplicemente più risorse in termini di spazio su disco per la memorizzazione o un altro host per fornire maggiori livelli di memoria e potenza di elaborazione.

Aumentare la memoria o la capacità di elaborazione è semplice e senza costi: basta spegnere la macchina virtuale, assegnare più memoria o potenza di elaborazione dal pool di risorse condivise e riavviare la macchina virtuale.

TEST TECNOLOGICI

A scopo di test, è possibile avere modelli di server in modo da poter eseguire in sicurezza il proprio laboratorio di test sullo stesso hardware fisico.

Ad esempio, se desideri testare un nuovo pacchetto o database di contabilità, devi semplicemente creare un nuovo server virtuale e invitare un gruppo selezionato di utenti per testarlo.

RIPRISTINO DI EMERGENZA

Pianificare per il peggio è qualcosa che tutte le aziende devono prendere in considerazione e un piano di disaster recovery appropriato è cruciale. Se non si è in grado di operare dal proprio sito, l'infrastruttura virtuale è completamente portatile e può essere rapidamente installata nel nostro centro dati locale. I backup delle immagini virtuali significano che i tuoi sistemi sono disponibili entro un'ora o due, consentendo alla tua attività di rimanere funzionale.

MINORE COSTO DI PROPRIETÀ

Poiché la virtualizzazione richiede meno hardware rispetto all'approccio tradizionale, i costi dell'hardware sono inferiori.

La virtualizzazione si traduce inoltre in un'esposizione di gran lunga inferiore ai guasti hardware (mantenendo bassi i costi correnti) e l'espansione futura è significativamente più conveniente.